Home

Marco Morana è nato nel 1986 e vive a Roma. Ha frequentato la scuola di teatro Teatès fondata e diretta da Michele Perriera e si è diplomato in sceneggiatura al Centro Sperimentale di Cinematografia.

Per il teatro ha scritto:

  • Stormi, vincitore del premio Inedito 2019, segnalato al premio Hystrio 2019 e selezionato da Eurodram 2020;
  • Biografia dell’Inquietudine, regia di Marzia Meddi, messo in scena in forma di studio parziale, finalista alla tredicesima edizione del premio Dante Cappelletti, con Gemma Costa e Andrea Monno;
  • Alle 20 precise, con Gioia D’Angelo, diretto da Maria Chiara Pederzini (Teatro San Giorgio, Udine, 2020).
  • Le scoperte geografiche, regia di Virginia Franchi, con Daniele Gattano e Francesco Petruzzelli, in scena a Roma, a Milano e in altre città italiane.

Ha contribuito alla raccolta Opera per il progetto Abbecedario Civile – L di Lavoro del Piccolo Teatro di Milano. Per il Piccolo ha anche scritto il breve audiodramma Katàbasis.

Con exvUoto teatro ha realizzato il podcast Canto dello schianto, melologo per orecchie cadenti, disponibile su Spreaker, Apple Podcast e Spotify.

Alcuni suoi racconti sono pubblicati sul web: Verde Rivista, 8×8 Oblique 2016 e 2020, The Catcher, Lunario, Crack, Carie, inutile, L’ircocervo, Altri Animali. Per Rivista Undici ha scritto un editoriale sul rapporto tra calcio e mondo del vino.

Scrive per l’audiovisivo e lavora occasionalmente come attore.

Per ascoltare Ferita, clicca qui.

Qui un’intervista per Theatron 2.0.

marcomorana@mailfence.com